Roberta Florio

ROBERTA FLORIO

ROBERTA FLORIO

Dermatillomania: ti racconto la mia esperienza e come ne sono uscita

Sentirsi sbagliati, soli, non compresi è purtroppo qualcosa con cui deve fare conti quasi chiunque soffra di dermatillomania. Questo perché il disturbo da escoriazione è poco conosciuto tra le persone comuni, ma anche tra i medici: spesso viene visto come una cattiva abitudine, un comportamento volontario e, quindi, come qualcosa che si può smettere di praticare applicando semplicemente un po’ di buona volontà. 

Ma la dermatillomania ha radici molto più profonde e non può essere vinta semplicemente decidendo, da un giorno all’altro, di non stuzzicarsi più la pelle. 

Io lo so bene, e conosco molto bene anche tutte le emozioni negative che formano una nube nera nella testa di chi soffre di dermatillomania. Anche io, infatti, ne ho sofferto per molti anni. 

Oggi posso dichiarare di averla sconfitta e aiuto altre persone a raggiungere lo stesso risultato. Ecco come ho fatto. 

Le origini del (mio) disturbo da escoriazione 

La mia dermatillomania si è manifestata, come per molte altre persone, in età adolescenziale, con le prime epilazioni, in seguito alle quali si sono formate delle forti follicoliti, ovvero delle infiammazioni. 

Quello che inizialmente era soltanto un gesto volto a eliminare un’imperfezione, nel corso del tempo è diventato più invasivo nella mia vita. 

In parte, la trasformazione di quei gesti in un’abitudine è avvenuta vedendo un’amica che già praticava skin picking: soltanto molti anni dopo ho scoperto che la dermatillomania ha una forte componente genetica e, al contempo, spesso insorge a imitazione di un comportamento assunto da qualche persona vicina. 

La vita quotidiana con la dermatillomania  

Senza che me ne rendessi conto, stuzzicarmi la pelle è passato dall’essere un gesto isolato per eliminare un brufoletto o altre imperfezioni all’essere un momento di svago, di sfogo, di benessere e relax. 

Purtroppo, tutte queste sensazioni positive svanivano in fretta non appena smettevo di stuzzicarmi: uscire di casa, con le braccia, il volto e le gambe costantemente segnate era diventato per me fonte di imbarazzo e di disagio. 

Negli anni della mia adolescenza ho continuato a vivere con la dermatillomania, senza sapere che il mio strano comportamento era un vero e proprio disturbo, con un nome, una causa, ma anche una possibile soluzione. 

Nel corso degli anni successivi, la mia vita adulta è stata caratterizzata da frequenti mutamenti: ho cambiato lavoro più di una volta, ho cambiato città, e con ogni trasferimento cambiavano anche le mie abitudini, ma la dermatillomania rimaneva sempre mia fedele compagna.  

Nel frattempo, però, mi sono appassionata sempre più alla cura della pelle e al mondo del make up: all’inizio non sapevo che era un primo germoglio di quelle risorse che mi avrebbero aiutato a raggiungere l’asintomaticità, ma con il tempo la cura di me stessa e della mia pelle è diventata sempre più importante.

Un nuovo nemico

Con il passare degli anni, una nuova sfida ha bussato alla mia porta: la fibromialgia. Un ulteriore disturbo cronico che, mi dissero i medici, non sarebbe passato mai e avrebbe condizionato in modo sempre più pesante la mia vita. 

Avevo due possibilità, a quel punto: accettare che non c’era soluzione né sollievo, che sarei stata sempre peggio, e andare passivamente incontro a tutto questo. Oppure, guardarmi dentro e capire cosa stava cercando di dirmi il mio corpo. 

Aiutata da una splendida professionista, nel corso degli anni sono riuscita a vincere la fibromialgia fino a diventare asintomatica, mettendo in atto moltissimi cambiamenti nella mia vita. 

Quei cambiamenti e, soprattutto, quell’approccio al rapporto con me stessa e all’ascolto dei miei bisogni mi hanno insegnato a cercare la vita e le soluzioni più adatte a me, che mi facevano stare bene. 

Questo è stato anche l’inizio del percorso che mi ha aiutata a raggiungere la completa asintomaticità della dermatillomania.

Libera dalla dermatillomania

Prova a immaginare una vita completamente libera dalla dermatillomania. 

Quella che forse ti è stata prospettata come una strada senza uscita, non lo è davvero: raggiungere l’asintomacità è possibile. 

Molti professionisti e molte persone affette da disturbo da escoriazione non sanno, oppure sottovalutano, quanto il make up e la giusta skin care possano aiutare in questo percorso. 

Rendere invisibili le imperfezioni, imparare a trattare nel modo migliore la propria pelle evitando che se ne formino altre: questo è un passo straordinario per toccare con mano, per la prima volta, una riduzione degli episodi di skin picking e per ritrovare fiducia in se stessi. 

…Ti stai chiedendo se sostengo che basti un po’ di trucco per risolvere la situazione? Assolutamente no. Ma posso aiutarti a capire cos’altro ti serve e quali risorse puoi mettere in campo da subito. 

Come aiuto, oggi, altre persone a sconfiggere la dermatillomania

Il percorso con me inizia dalla pelle: aiuto le persone a prendersene cura, amarla, trattarla nel modo migliore per tornare ad avere una pelle sana e bella da vedere. 

Aiuto le persone a individuare i migliori prodotti per la cura della pelle di chi soffre di dermatillomania, e per individuare quelli più adatti alle proprie caratteristiche personali. 

Insegno alle persone a usare il make up per tornare a sentirsi belle, fiere del proprio aspetto, e per nascondere quelle imperfezioni che possono scatenare gli episodi di skin picking. 

È incredibile quanto in fretta si riescano a vedere, in questo modo, i primi risultati. 

Insieme al mio team di professionisti, specializzati in differenti ambiti professionali, aiuto poi chi intraprende un percorso con me a indagare a fondo le cause della propria dermatillomania e a sviluppare le risorse personali e le strategie utili a contrastare il disturbo. 

Perché sconfiggere la dermatillomania significa cercare il proprio benessere, attraverso abitudini quotidiane che possono coinvolgere molti ambiti della propria vita: riportare l’attenzione e imparare a riconoscere ciò che ci fa stare bene è un percorso fondamentale per vincere questa sfida. Farlo accanto a chi già ci è riuscito è però un po’ più facile. 

Una vita senza dermatillomania è possibile. Fai il primo passo per sconfiggerla! 

Scopri di più

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO